Non è mai semplice raccontare dei Nativi Americani. Va fatto con delicatezza, perché la loro storia travagliata spesso genera opinioni contrastanti. Non è però quello che voglio. Voglio raccontarvi una parte d’America che non si può non conoscere proprio perché loro sono i primi abitanti di questo Paese che tanto amiamo e se si vuole conoscere l’America è fondamentale conoscere anche loro, e i Pueblos del New Mexico sono un buon punto di partenza per scoprirne storia e cultura.

Durante il nostro lungo viaggio sulla Route 66 non ci siamo limitati a vedere solo cosa c’era lungo la strada. Una delle deviazioni fatte (piccola deviazione in realtà, perché non si allontana molto dalla Mother Road) ci ha portato proprio a scoprire i Pueblos del New Mexico e i loro villaggi.
Il New Mexico è la casa di 19 Pueblos: Acoma, Cochiti, Isleta, Jemez, Laguna, Nambe, Picuris, Pojoaque, Sandia, San Felipe, San Ildefonso, San Juan, Santa Ana, Santa Clara, Santo Domingo, Taos, Tesuque, Zia e Zuni e ogni Pueblo è una nazione sovrana.
Qui potete trovare una bella mappa con tutti i Pueblos, utile per capire dove si trovano e, magari, costruire un bell’itinerario ad hoc come piacerebbe fare anche a noi in futuro.

I Pueblos del New Mexico: Indian Pueblo Cultural Center di Albuquerque

Per scoprire qualcosa di più delle tradizioni, della storia, della cultura e dell’arte dei Pueblo potete visitare anche l’Indian Pueblo Cultural Center di Albuquerque, che ospita un museo con centinaia di oggetti rari e manufatti dei Nativi, tramite cui viene raccontato il loro mondo, e un ristorante con piatti tipici della cucina Nativo Americana. Noi ci siamo stati prima di andare a visitare i Pueblo e vi consiglio di fare la stessa scelta perché andare preparati è essenziale. Vi consiglio anche di leggere anche la Cultural Etiquette pubblicata sul sito di Visit Albuquerque.
Visitare i Pueblos del New Mexico richiede soprattutto rispetto: nei loro villaggi ci vivono molte famiglie e non sono in vetrina, quindi entrate sempre in punta di piedi. È importante sapere soprattutto che in quasi tutti i villaggi le foto sono vietate. Per fare quelle poche foto che abbiamo fatto abbiamo chiesto il permesso ma ci è stato accordato solo per farle con il cellulare o la reflex: niente Gopro, niente droni, niente tripod.

I Pueblos del New Mexico: Isleta Pueblo e Laguna Pueblo 

Isleta Pueblo, dallo spagnolo “piccola isola”, è il più vicino a sud di Albuquerque. Fondata nel 1300, è stata a lungo una delle più grandi comunità Pueblos, con una popolazione attuale di oltre 4.000 abitanti.
Si trova nella valle del Rio Grande, in quello che un tempo era un importante crocevia di Pueblo e rotte commerciali spagnole ed era un luogo di ritrovo centrale per le persone dei villaggi circostanti. Oggi, il Pueblo di Isleta rimane una società tradizionale con persone che parlano ancora Tiwa, discendenti degli Shoshoncan, i primi a mettere piede in America 30.000 anni fa. Tradizioni, canzoni e danze vengono ancora praticate e tramandate di generazione in generazione da secoli.

                Pueblos del New Mexico: Isleta Pueblo

Tutti gli edifici qui sono in stile adobe (un impasto di argilla, sabbia e paglia essiccata al sole), quello che caratterizza anche la città di Santa Fe, ma per lo più in bianco, colore che sotto la luce del sole del New Mexico rende tutto più bello, più brillante. Un dettaglio che mi ha colpito è proprio questo: nonostante gli edifici siano vecchi di secoli sono incredibilmente ben tenuti e puliti. L’edificio più importante del villaggio è la St. Augustine Church, una delle chiese missionarie più antiche degli Stati Uniti. La chiesa originale fu costruita intorno al 1612 dai francescani spagnoli ma venne distrutta durante la rivolta dei Pueblo del 1680 e venne ricostruita nel 1710.
Se volete scoprire il loro lato più moderno invece, potete fare un salto all’Isleta Resort&Casino o all’Isleta Eagles Golf Course.

Il Laguna Pueblo invece, a 72 km da Albuquerque andando verso ovest (e continuando a seguire la Route 66) è molto più antico, o almeno così dicono loro stessi, dichiarando che sono insediati in queste terre da sempre ed in effetti alcuni reperti risalenti al 3000 a.C. trovati nella zona sembrano dar loro ragione.

I Pueblos del New Mexico: Laguna Pueblo

Il Laguna Pueblo è diviso in sei villaggi: Encinal, Laguna, Mesita, Paguate, Paraje e Seama, ognuno dei quali celebra la propria festa durante l’anno e il 19 settembre tutti i villaggi insieme celebrano la festa di San Giuseppe con balli tradizionali, una messa nella famosa chiesa di St. Joseph, e un mercatino con prodotti artistici locali (sono famosi soprattutto per le ceramiche).
La St. Joseph Church, visibile anche dalla strada mentre si arriva, è l’attrazione turistica principale del villaggio. Iscritta nel National Register of Historic Places dal 1973, è costruita in pietra, adobe, malta e gesso. Le uniche aperture nella struttura, che sembra più una fortezza, sono la porta sulla facciata principale e una piccola finestra nella parte anteriore superiore, sotto le campane gemelle. La chiesa è famosa soprattutto per le sue decorazioni interne, e per l’esposizione di opere d’arte originali Laguna e rari dipinti spagnoli.

Nel Laguna Pueblo fare le foto è vietato, soprattutto all’interno degli edifici. Si può chiedere il permesso, che spesso viene concesso per fotografare zone limitate o solo singoli edifici. A noi è stato concesso di fare una foto all’esterno della St. Joseph Church… Abbiate sempre rispetto per le loro regole!

Pueblos del New Mexico: curiosità

Qualche curiosità per conoscerli meglio:

  • La parola “Pueblo” viene dalla parola spagnola “città”, ma oggi indica le tribù del Sud-Ovest degli Stati Uniti.
  • Come sappiamo, molti popoli Nativi furono costretti a lasciare le loro terre (oggi si può percorrere il Trail of Tears, il percorso che fecero forzatamente molte tribù per essere deportati dalle loro terre d’origine all’Oklahoma. Persero la vita in quasi 4000 per le condizioni pessime, la fame e la fatica), ma non i Pueblos, che si trovano qui da quando se ne conosce l’esistenza.
  • Sebbene molti oggi parlino benissimo l’inglese, sono molto usate le loro lingue madri e i dialetti, diversi da tribù a tribù.
  • Sono eccellenti gioiellieri, famosi per i loro gioielli di argento e turchese, soprattutto le collane.
  • Tradizionalmente, gli uomini Pueblo indossano solo calzoni di lana e mocassini di pelle di daino.
  • Le donne invece indossano abiti di cotone chiamati mantas, che si allacciano sulla spalla destra lasciando scoperta la spalla sinistra. Ai piedi invece anche loro indossano mocassini in pelle di daino.