La Gallura e l’arcipelago de La Maddalena sono alcuni dei luoghi preferiti dai viaggiatori che desiderano scoprire l’anima autentica della Sardegna.

Si tratta di un’area storica che racchiude in sé una natura spettacolare, tradizioni millenarie e una cultura affascinante. Non è un caso infatti che l’arcipelago sia stato identificato come Parco Nazionale per la biodiversità e la bellezza dei paesaggi.

Le attività che è possibile fare in questa area situata al nord della Sardegna sono tantissime: dalle escursioni in barca ai trekking, dalle degustazioni al relax sulle spiagge.
In particolare consiglio le escursioni in barca Riviera di Gallura, perché permettono di scoprire l’isola di Spargi, l’isola di Budelli, l’isola di Santa Maria e La Maddalena, con partenze dal porto di Palau o della Maddalena.
In questo angolo di paradiso, tutti i tipi di turisti potranno trovare la propria dimensione ideale.

Cosa vedere in Gallura, scorci de la Maddalena

Cosa vedere in Gallura: la natura e l’arcipelago de La Maddalena

Tra i luoghi naturalistici da non perdere ci sono sicuramente Capo Testa e la splendida Valle della Luna.
Capo Testa è una piccola penisola situata vicino a Santa Teresa di Gallura, formata da due spiagge, dalle quali si può ammirare anche la Corsica. Poco distante invece si trova la Valle della Luna, chiamata in questo modo negli anni ’60 dalle comunità hippie che l’abitavano. Sempre in questa zona, esiste anche un’altra Valle della Luna, conosciuta anche come Piana dei Grandi Sassi vicino al borgo di Aggius, che si presenta come un grande altipiano costellato di enormi rocce granitiche. In questo tipico borgo sardo da non perdere sono anche il MEOC – Museo Etnografico Oliva Carta e il Museo del Banditismo.

Nell’arcipelago de La Maddalena, la Spiaggia del Relitto è un vero must per ogni viaggiatore che vuole immergersi nelle acque cristalline e nei paesaggi selvaggi dell’isola. Una distesa di sabbia sottile bianca su cui si è adagiato lo scheletro di un’antica nave da carico: il fascino di questa spiaggia è indiscutibile. Per chi vuole scoprire un aspetto più storico della Sardegna, gli ulivi millenari di Luras sono la meta ideale: il più antico presenta 12 metri di circonferenza e ha un’età compresa tra i 3000 e i 4000 anni.

Cosa vedere in Gallura: la Valle della Luna

Cultura e tradizioni della Gallura

La Gallura è una terra che custodisce antiche tradizioni, come la tessitura, il canto e le usanze contadine.
Sono numerosi gli eventi che si susseguono lungo tutto l’anno per celebrare l’importanza della cultura locale. Alcuni esempi sono il Carnevale, la Settimana Santa, la rassegna gastronomica Su Binicheddu ‘e Buddusò e l’evento Stazzi e cussogghj che valorizza le antiche usanze contadine. Alcune delle più importanti attrazioni da non perdere sono i musei etnografici Galluras a Luras e il MEOC di Aggius, insieme al museo del Banditismo. In questo modo si può avere un’ampia panoramica di tutte le tradizioni di questo angolo speciale di Sardegna.

Anche il cibo fa parte della cultura locale: la zuppa gallurese, i chiusoni, la mazza frissa, il porcetto e la carne di manzo alla gallurese rappresentano l’identità del territorio che affascina ogni anno sempre più viaggiatori alla ricerca di esperienze uniche e autentiche.

Cosa mangiare in Gallura. la zuppa gallurese | © Buonissimo