Noi blogger siamo, per ovvi motivi, dipendenti (e appassionati) dal digitale.
Per quanto ami le mappe cartacee, il chiedere informazioni, l’organizzare da sola il prossimo viaggio, devo ammettere che ci sono alcune app veramente utili (e soprattutto gratuite) delle quali non riesco a fare a meno, soprattutto nell’organizzazione del viaggio.

Ecco i miei consigli sulle app di viaggio più utili.

Le app di viaggio più utili per organizzare

 

1. Tripoow
Su questa app (che potete scaricare qui) basta impostare l’aeroporto di partenza, il budget e… tira fuori tutte le mete disponibili in base al budget impostato. La trovo un’idea geniale e soprattutto utile! Quante volte capita di pensare “ma dove posso andare con cento/trecento/cinquecento euro?” Ecco, Tripoow ha la risposta!
Non è possibile scegliere le date su questa app, ma per quello c’è Beepry, di cui Tripoow sfrutta l’algoritmo (un algoritmo che permette di trovare voli ad un prezzo inferiore del 30% rispetto ad altri siti). Beepry ha tutto ciò che cerco in un sito di comparazione voli: si imposta l’aeroporto di partenza e poi si può scegliere “ovunque” come destinazione, inserire le date (o anche dirgli di cercare tutti i giorni dell’anno) e lui tira fuori tutte le mete disponibili in ordine crescente di prezzo. Facile da capire e da usare, veloce, con un’ottima grafica.

tripoow-splash-2-e1450531939466-1

 

2. Booking.com

Con buona pace degli hotel, ormai Booking.com è leader delle prenotazioni, l’unico sito/app che riesca ad offrire prezzi davvero ottimi. Ormai da anni mi affido solo a loro, soprattutto per la comodità di non pagare in anticipo e della cancellazione gratuita a volte anche fino al giorno prima della partenza (e da poco hanno lanciato anche Villas.com per la prenotazione di appartamenti e ville, con gli stessi ottimi vantaggi). Inoltre su Booking non si trovano solo hotel, ma anche ostelli, agriturismi, b&b… soddisfa i gusti di tutti insomma!
Altro punto a favore: le recensioni qui sono fatte solo da ospiti che hanno soggiornato, quindi più affidabili di altre.

Le app di viaggio più utili una volta arrivati a destinazione

 

1. CityMaps2go

Utilissima per non perdersi o trovare qualsiasi punto di interesse (ristoranti, locali, monumenti, metropolitana…), questa app permette di scaricare la mappa della città che ci interessa e poi usufruirne offline quando ne abbiamo bisogno. Si può cercare una catena di ristoranti, un locale in particolare, il percorso più breve per arrivare dove ci interessa, gli hotel… oppure, con la ricerca divisa per categorie, se non ci interessa un nome in particolare ma qualcosa di più generico (ad esempio un ristorante qualsiasi) ci indicherà il posto più vicino al punto in cui ci troviamo.

unnamed

2. Instabridge

Questa app trova tutti i  wifi più vicini a noi e sblocca automaticamente le password degli utenti che hanno deciso di condividere il loro wifi con la community di Instabridge (ovviamente chi sceglie di condividerlo deve applicare una password apposita, non viene mai chiesta quella originale di casa). Utilissima almeno finché non verrà eliminato il roaming!


3. Zomato

In Italia sono presenti solo a Roma e Milano ma presto apriranno in altre città, mentre nel mondo si trovano in 23 Paesi. Molto utile per cercare un posto dove mangiare, grazie alla divisione per categorie (colazione – pranzo – cena oppure cibo etnico/ristorante italiano/cocktail e così via), oppure per distanza.
Ogni locale ha la foto del proprio menù, così si può sapere subito cosa offrono da mangiare e quanto si andrà a spendere, altra nota utile della app.
Una tra le cose che più mi piace di Zomato è anche il fatto che le recensioni dei locali sono affidabili al 100% e reali, perché controllate da un team apposito che le legge una ad una (si, avete capito bene).


4. Work Hard Anywhere

La app ideale per freelance, creativi, blogger… e chiunque abbia bisogno – anche e soprattutto in viaggio – di uno spazio comodo in cui lavorare, magari dotato di wi-fi. Infatti Work Hard Anywhere indica tutti i luoghi più adatti a lavorare vicini a noi, con recensioni, tips e luoghi indicati proprio dagli utenti. Un social sui workspace, in pratica.

04

5. Instagram

Suonerà un po’ strano, lo so. “Instagram una app di viaggio? Ma è un social sulla fotografia!” Si, so anche questo.
E’ anche un social che a me piace moltissimo, soprattutto perché ne sperimento quella che secondo me è la sua funzione più utile in viaggio: permette di scoprire luoghi che non sono presenti nelle guide turistiche. Su Instagram vengono condivise foto dalla gente che vive in quel luogo  ogni giorno, da ogni punto immaginabile. Chi meglio di chi ci vive può catturare i luoghi più insoliti e sconosciuti?
Per questo basta cercare l’hashtag del posto che ci interessa (ad esempio #roma) e verranno fuori centinaia, migliaia di immagini, dalle più famose a quelle dei posti più nascosti ma che magari meritano lo stesso una visita.

 

Voi quali app usate prima e durante il viaggio? Queste le conoscete tutte?