L’etica esiste

Di solito non scrivo post del genere, ma… da qualche tempo sulla rete (che è il mondo in cui vive questo mestiere) spopola la moda delle critiche. Se tutti ti criticano e nessuno si difende, chi legge non può che pensare che le critiche e gli attacchi siano veri. O no?

Non voglio criticare e non lo farò. Non mi è mai piaciuto chi per mettere in mostra se stesso deve affossare gli altri, vuol dire solamente che non è abbastanza sicuro delle sue capacità e che gli altri lo spaventano.
C’è chi su questo modo di fare ci ha costruito una carriera, ma se si sente bene con la coscienza siamo tutti contenti.
Non criticherò, ma non voglio nemmeno stare zitta, perchè quella del non dire niente per quieto vivere è solo una balla che ci raccontiamo quando non abbiamo la voglia o il coraggio di affrontare una discussione. Scelta rispettabilissima e che spesso prendo anche io, ma ci sono cose sulle quali del quieto vivere tocca fregarsene.

4 Things to Consider When Planning for a Blog Mediactiv8

Dicevo delle critiche. Su cosa si basano queste critiche?
Sul fatto che il mondo blogger è tutto rose e fiori pieno di scrocconi, che i blogger sono tutti marchettari che fanno questo lavoro per rimediare viaggi gratis.

Diciamo la verità: il mondo è pieno di marchettari. Giornalisti, medici, albergatori, contadini…. sono ovunque.
Se non esistessero l’Italia sarebbe un paese migliore. Invece, purtroppo, ci sono e tocca farci i conti.
Sono loro che rovinano una categoria, che fanno fare di tutta l’erba un fascio, che incrinano la rispettabilità degli altri perchè, si sa, se sbaglia uno sbagliano tutti.
Esiste il marchettaro, il raccomandato, il fortunato.
C’è chi nasce sotto una buona stella, chi ha buone conoscenze, chi sceglie di fare un tipo di lavoro solo per i benefits che ne riceve in cambio.

Esiste però, grazie al Cielo, anche l’altro lato della medaglia: esiste (e credetemi, esiste davvero) gente che sceglie di fare qualcosa solo perché gli piace, gente che decide di voler vivere con la coscienza a posto e di non cedere alle marchette.
Esiste gente che quello che fa lo fa con passione e che per costruirsi una certa credibilità si è fatta un mazzo tanto. Esiste nel mondo dei blogger (che siano travel, food, fashion, quelminchiachevipare), dei giornalisti, dei medici, dei ristoratori, dei contadini, degli albergatori… ovunque.
Ogni mestiere ha anche i suoi benefits: sta alla morale personale scegliere quali accettare e, soprattutto, scegliere come e se sfruttarli.

tumblr_inline_n9xt2hsUWZ1s6nw8r

Non siamo tutti venduti. Non tutti mettono a rischio il lavoro di anni per soldi o per un viaggio gratis.
Spero, se non altro, che si capisca bene chi non si vende.
Ho partecipato anche io ad alcuni blog tour, ma al massimo hanno sempre comprato i miei servizi ed il mio tempo, mai le mie opinioni. Non esiste cifra o viaggio che possa comprarle.
Cristina, una blogger che adoro, in un suo post spiega molto bene cosa sono i blog tour e perchè si fanno, secondo il nostro (parlo al plurale perchè la vedo anche io così) modo di vedere.

Tutto quello che facciamo è basato sulla credibilità che ci siamo creati, grazie all’onestà delle nostre opinioni. E la crediblità non si guadagna con uno schiocco di dita. La si guadagna in anni di lavoro.
Perchè questo è un lavoro, con i suoi pro e i suoi contro. E’ un lavoro che non ti lascia mai, perchè se cedi un momento rallenti e se rallenti non riprendi più il passo.
Quindi veramente pensate che anni di lavoro si gettano via per un viaggio gratis? C’è qualcuno di voi che sta leggendo che lo farebbe davvero?

Ora chi vuole continuare ad urlare al mondo che siamo (blogger, giornalisti, medici, ristoratori e chi più ne ha più ne metta) tutti marchettari, lo faccia pure.
Io continuerò ad urlare che esiste gente che ha una coscienza e, per fortuna, la usa.

 

 

(p.s. tutte le immagini sono prese da google)

 

12 comments

  1. Spero che questo articolo venga letto da chi punta il dito senza sapere, da chi ha aperto un blog pensando di “scroccare” (viaggi, trucchi, creme, vestiti, pasta e farina), da chi crede che sia in atto una battaglia (inesistente) tra i giornalisti e blogger ma spero soprattutto che venga letto da persone come quelle che descrivi tu, che hanno un’etica che guida ogni parola scritta sul proprio sito affinché possano sentirsi meno sole in mezzo a tante critiche ingiuste. Grazie Lucia!

    1. Lo spero tanto anche io, ma so anche che alla gente piace proprio parlare, quindi…
      Noi continuiamo così, che alla fine chi sbaglia tanto paga sempre!
      Grazie a te Monica!

  2. C’è gente che ha una coscienza e, per fortuna, la usa.
    Certo, Lucia.
    Ma siamo sempre di meno ad usarla spesso…
    D’altronde, chi educa più e diffonde il Rispetto?
    Basterebbe questo.
    Al di là di religioni, culture e fazioni politiche.
    Solo Rispetto.
    Questo sconosciuto…
    Sii felice!

    1. Da quando la polemica fa notizia, la parola rispetto purtroppo è uscita dal dizionario…
      ma io sono all’antica e spero sempre che possa tornare “di moda”.
      Grazie Ernesto, tanta felicità anche a te!

  3. Concordo in pieno Lucia ! Purtroppo è questa massa di gente che rovina l’Italia.. come dici tu fare blog è un “lavoro” a tutti gli effetti.. nel mio caso anche se non mi permette di viverci, mi da tante piccoli soddisfazioni che ripagano l’impegno che ci metto 🙂
    Continua così!!

    1. Grazie Dany! Hai ragione, non permette di viverci ma secondo me quelle piccole soddisfazioni che ci da valgono tantissimo!

  4. Ciao Lucia! Mi associo in piena a questo tuo bel post! C’è certo chi si svende, e penso che queste persone non durano tanto in qualsiasi campo, ma c’è anche chi fa della propria passione un lavoro, e se c’è passione e si agisce con coerenza io non vedo il motivo di tanto clamore. Chi critica a gratis come hai detto tu probabilmente è solo un gran insicuro oppure ha solo tanta paura .. Continua così! 🙂

    1. Grazie e ancora grazie!
      Anche io sono convinta che tanto la ruota gira… noi continuiamo a fare del nostro meglio 😀

  5. Quando ho deciso di aprire il blog non pensavo ci fosse così tanto lavoro dietro!!
    Ho il mio lavoro e le mie passioni (danza) che mi tengono abbastanza occupata ma per stare dietro al blog faccio notte a volte e non riesco comunque a starci dietro quanto vorrei!
    Quindi si é un lavoro ma le soddisfazioni che mi da anche solo ricevere un commento fa molto più che avere una notte gratis!!
    Io non sono mai stata a blogtour e cose del genere ma perché dovrei scrivere il falso? Eppure so che tanti lo fanno (che siano blogger o altro come dicevi tu..purtroppo ne é pieno il mondo!!)

    1. Non so se alcuni lo fanno… sono stata così fortunata da conoscere solo gente onesta su questo!
      Penso solo che se c’è davvero chi lo fa, non avrò mai molto seguito… si capisce sempre chi dice il falso, chi non scrive col cuore.
      E come dicevo a Pam, la ruota gira 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
Viaggi dei Mesupi ©Copyright 2014-2022. All rights reserved.
Close

Enjoy this blog? Please spread the word :)