Dormire è una parte fondamentale dei viaggi, per questo bisogna farlo bene… e il posto in cui scegliamo di alloggiare ha il suo peso nel ricordo e nella riuscita di un viaggio.
Non significa dover andare nell’albergo super lusso, ma semplicemente trovare un luogo che ci faccia sentire a nostro agio.

A Pistoia ho avuto la fortuna di andarci più di una volta, dormendo ogni volta in un posto diverso.
Questi sono i miei preferiti!

dormire a pistoia

Casale dell’Orso
Svegliarsi sentendo soltanto gli uccellini cantare, affacciarsi alla finestra e ricevere il buongiorno di un prato verde, fare colazione guardando dalla finestra filari di piante e fiori di ogni colore.
Questo significa soggiornare al Casale dell’Orso.

Sono arrivata qui di notte, e non ho avuto modo di ammirare subito l’ingresso: un grande cancello di ferro che si apre su un lungo viale affiancato da pini verdi che accompagnano direttamente al piccolo spiazzo di fronte l’ingresso dell’agriturismo. Un ingresso semplice, piccolo, una porta di legno ed un cartello di benvenuto. Come fosse la porta di casa nostra.

Dormire a Pistoia: Casale dell'Orso

Arrivando tardi non c’era nessuno dell’agriturismo, ma hanno avuto l’accortezza di lasciare le chiavi fuori dalla stanza e dirmi dove trovarle.
La camera in cui ho alloggiata era spaziosa, con arredi semplici che richiamavano lo stile country dell’agriturismo.
Nel bagno, lungo e stretto, c’era tutto l’occorrente: il solito kit di bagnoschiuma/shampoo, asciugamani bianchi e puliti, asciugacapelli.

La colazione – non esagerata, ma a cui non mancava nulla, soprattutto le crostate fatte in casa! – veniva servita in una grande sala con ampie finestre che davano sul giardino, il viale d’ingresso e… le siepi che nascondevano la piscina!
Ad un angolo del giardino c’è anche uno spazio con i giochi per i bambini.

Uniche pecche? Si trova ad 1 km dal centro di Pistoia, il che rende difficili gli spostamenti se non si ha un proprio mezzo di trasporto, e… non funzionava il wifi!

Prezzi: da 60 euro per una singola con colazione, a 90 euro per una doppia con colazione (minimi).

 

B&B Verde Paradiso
Qui ho dormito un po’ arrangiata: le stanze erano piene e Rosy, la gentilissima proprietaria, ha messo un letto nel salotto al piano di sotto, dandomi anche la chiave per chiudere proprio come fosse una stanza.
E’ ricavato in un’antica casa padronale di due piani e si trova esattamente a metà strada tra il centro e la stazione, l’ideale per chi arriva in treno e non vuole fare troppa strada a piedi.

Dormire a Pistoia: b&B Verde Paradiso

Ho amato subito lo stile accogliente e familiare del posto, tanto quanto ho amato fare colazione – una colazione semplice – seduta ad un tavolo tra credenze e decorazioni che sembrano uscite dalla casa delle bambole della nonna e che fanno sorridere il cuore.

Il bagno si trova al secondo piano, il piano delle camere, ed è in condivisione per tutte e tre le stanze. E’ grande e completo di tutto, ma come in tutti i b&b, essendo in condivisione, manca dei set da bagno che tanto piacciono ai viaggiatori.
Nonostante fosse stata arrangiata la camera ho dormito comodamente e non posso che fare un plauso a Rosy per la disponibilità e la gentilezza.

Prezzi: 60 euro a notte per doppia con colazione.

 

B&B Canto alla Porta Vecchia
Un bed and breakfast in pieno centro, a 2 minuti a piedi da Piazza Duomo. Si trova in un antico palazzo su una delle vie principali del centro, dove fanno il mercato.
Non spaventatevi: le camere sono silenziose!

Dormire a Pistoia, b&b canto alla porta vecchia

Qui ho apprezzato la posizione e la casa stile antico: soffitti altissimi, pavimento e mobili in legno… un po’ datati forse, le porte in legno sembrano decisamente troppo antiche e un po’ rovinate. Un po’ troppo scura forse.
Anche qui il bagno è in condivisione (tranne per una camera matrimoniale che ce l’ha privato) e non è nulla di che: stretto e con l’essenziale.
Le camere non sono troppo grandi, ma i letti sono comodi. La cosa che mi è piaciuta di più è la sala colazioni: immersa tra i libri e la musica. Credenze antiche piene di libri, un divano con un violino sopra ed un pianoforte all’angolo. Un salto indietro nel tempo nella casa di un musicista.
La colazione era apparecchiata su un grande tavolo, bastava sedersi e allungare le mani verso ciò che si voleva!
Il posto giusto per soggiornare al centro senza troppe pretese.

Prezzi: 70 euro a notte per doppia con colazione.

 

Ultimo ma non ultimo posto per dormire a Pistoia, è un posto di cui vi ho già parlato abbondantemente: l’Agriturismo all’Ombra del Tiglio, che ricordo meglio di ogni altro perchè vi ho soggiornato la prima volta in cui sono stata a Pistoia, innamorandomi perdutamente della città.

 

P.S. Perdonate per le foto, ma nel furto del mac  ho perso quelel fatte con la reflex e mi son rimaste solo quelle caricate su facebook dallo smartphone 🙁