Uno Smartbox da utilizzare e una città da visitare.
Questi sono i due elementi che ci hanno portato a scoprire questo bel posto per fare il brunch a Venezia: il ristorante lounge Graspo de Ua.
In pieno centro (proprio dietro Ponte di Rialto), ma nascosto in un vicoletto, così che non sia attaccato dalle masse di turisti (il che rappresenta sempre un punto a favore, almeno per me).

Brunch a Venezia al Graspo de Ua

L’ambiente mi ha colpito subito: elegante, ma con dei tocchi tradizionali e colorati, come i pupazzi in legno di pinocchio sul pianoforte, tantissime foto appese alle pareti, poster Ducati (e qui il mio spirito Harlista qualcosa da ridere l’ha avuta, ma siamo sportivi!), bicchieri di vetro colorati a tavola e, soprattutto, proverbi e modi di dire in dialetto scritti sul soffitto!

Brunch a Venezia, motti veneziani

La cucina invece è una rivisitazione nouvelle cuisine della cucina mediterranea e veneziana: il nostro brunch era in tutto e per tutto un vero pranzo!
Pane al sesamo, caprese, tortino di uova e pancetta, zuppa di fagioli, tiramisù e panna cotta…

Brunch a Venezia, caprese Brunch a Venezia, tortino alle uova

L’eleganza con cui presentano ogni piatto, la qualità degli ingredienti, tutto è il risultato di oltre 100 anni di attività, e, credetemi, si vede e si sente!
Lasciano anche un bel souvenir: una foto scattata a tavola, che poi spediscono via mail!
Un’esperienza culinaria da ripetere!

Brunch a Venezia, angolo musica