Scoprire posti diversi, particolari, è una delle cose che più mi piacciono. Avete presente la sensazione di scoperta, di conquista? Ecco, è esattamente ciò che provo quando so di trovarmi di fronte a luoghi strani, particolari, diversi dagli altri, e ancora di più se sono poco conosciuti.

Uno dei posti in cui ho provato questa sensazione è stato l’Ice Bar a Roma. Degli alberghi fatti di ghiaccio ne avevo sentito già parlare, e quanto ci ho sognato su quelle immagini… Entrare nell’Ice Bar mi ha fatto sentire un po’ più vicina a quel sogno.

Ice Bar a Roma

E quale posto migliore per rinfrescarsi un po’ l’estate? Forse anche troppo, visto che ci sono -5°, e l’escursione termica tra dentro e fuori è peggio di quella del Sahara, quando in Agosto ci sono 40° all’esterno.
All’arrivo ti danno una mantellina con cui coprirti, ma se andate in pantaloni corti e scarpe aperte, è completamente inutile, visto soprattutto che dovrete sedervi sul ghiaccio… coperto da (finte) pelli di orso!

Ice Bar a Roma bicchieri

E’ tutto, davvero tutto, fatto di ghiaccio, perfino il bancone del bar! E i bicchieri! E le luci cambiano colore di continuo, passando dal blu, al verde, al rosa… e ogni volta il ghiaccio prende un colore raro.
Questo è sicuramente ciò che lo rende unico, ma c’è un’altra cosa che mi ha colpito: i cocktail! Tutti a base di vodka, per scaldare, ma uno più buono dell’altro! Consiglio quello con liquore alla liquirizia e liquore alla menta: ne avrei fatto indigestione, se non fossi stata responsabile (bevete con prudenza!).

Ice Bar a Roma, bancone

 Unica pecca, il costo: 15 euro per ingresso e un solo cocktail a mio parere sono un’esagerazione, ma vale sicuramente la pena andarci, soprattutto se siete in viaggio a Roma e volete passare una serata diversa!